Sulle orme di Leonardo Da Vinci


Due giorni di trekking a cavallo, nelle le dolci colline tra Toscana e Umbia.

Immagina di metterti in cammino nei territori di re Porsenna, toccando le rive dei Laghi Montepulciano e Chiusi, al ritmo degli zoccoli in sella al cavallo rispettandone i tempi lenti e cadenzati alla scoperta dei più preziosi siti del territorio percorrendo percorsi inusuali, che fanno bene al cuore e alla mente.

Il percorso, alla scoperta dei luoghi dell’antica Civiltà Etrusca, si sviluppa in due giornate, ognuna della durata di 6 ore; l’andatura principale è al passo e la velocità media è di 6-7 km/h.

Si parte dal centro Equestre Tre Laghi in località Poggio Belvedere – Chiusi di buon mattino e ci si incammina verso il Sentiero della Bonifica, antico percorso recentemente riscoperto, dedito alla Manutenzione del Canale Maestro della Chiana che collega Arezzo a Chiusi, antica via di trasporto merci, con opere di livellamento delle acque tutt’oggi visibili, attraverso il quale si raggiunge la prima tappa del percorso, l’ Oasi naturalistica del Lago di Montepulciano, dove sarà possibile visitare in compagnia delle guide, il museo storico naturalistico degli usi e costumi contadini del territorio e della pesca, e ammirare il lago e la sua flora e fauna. In compagnia di Monica, ci verrà illustrata la mappa disegnata da Leonardo da Vinci nel 1503 per Cesare Borgia che aveva in mente un progetto di bonifica della zona per realizzare un canale vicino all’Arno, che fosse navigabile fino a Pisa. Leonardo si occupò dunque di realizzare la mappa della zona a volo d’uccello, ovvero con una prospettiva dall’alto, come se l’artista stesse sorvolando le zone. La mappa oggi fa parte delle collezioni reali di Windsor. La mappa riporta già fedelmente le località circostanti, benché gran parte del territorio risultasse ancora paludoso e sommerso dalle acque.

Si prosegue oltrepassando il Canale Maestro della Chiana, attraverso una passerella che ci conduce al piccolo borgo abitato di Binami, che dalla sua privilegiata posizione collinare ci regala la panoramica e suggestiva veduta dall’alto del Chiaro Del Lago di Montepulciano, che mostrandosi in tuttta la sua bellezza spazia la vista fino al pacato Monte Amiata; scendendo in direzione di Mugnanese si avrà modo di avvicinarsi alle acque e apprezzare la completezza visiva del Lago.

Si riparte in direzione di Gioiella , dove il percorso assume di nuovo l’andatura in salita orientandosi in direzione del lago di Chiusi e si raggiunge la suggestiva location dell’Agriturismo Poggio Bella Vista, che accoglierà cavalli e cavalieri per il pernottamento, rigenerandoli dalla giornata appena trascorsa, offrendo dal giardino una vista mozzafiato sul Lago Trasimeno, da dove si ammirano i favolosi tramonti, per un totale benessere per i nostri occhi dove si possono scambiare idee sensazioni e riflessioni e sarà possibile confrontarsi sulla prima parte del percorso appena concluso.

Il ristoro offre una eccellente degustazione di cibi e vini locali, e l’ambiente rievoca le antiche locande che accoglievano i cavalieri viandanti, e i tavoli saranno testimoni del bicchiere della staffa, un saluto e augurio tipico tra cavalieri.

Al risveglio, la mattina successiva ci aspetta la seconda parte del percorso, in partenza alle ore 9, in direzione di Poggio Santa Maria, punto più alto che si affaccia sul lago di Chiusi da dove è possibile gettare uno sguardo sul regno del magnifico Re Porsenna lucumone della città Etrusca di Chiusi e della Dea Turris.

Il territorio circostante è cosparso da una miriade di tombe e necropoli etrusche che ancora oggi testimoniano la forte presenza della Magnifica civiltà sul luogo. Durante il percorso infatti si raggiungerà la Tomba Ellenistica di Paradiso di Vaiano, scoperta nel 1908 risalente al II sec.a.C, eccellente esempio di architettura funeraria della civiltà etrusca e villanoviana. Si oltrepasserà la quercia millenaria segno di buon auspicio per coloro che la coronano di un saluto al passaggio.

Alle ore 12, ci si riunisce al tavolo del circolino di Vaiano per un gustoso aperitivo rigenerante con vista sul lago di Chiusi; ci si incammina poi verso il rientro dove all’orizzonte si vedranno svettare le torri di Beccatiquesto e Beccatiquello che da seicento anni segnano il confine tra Toscana e Umbria, la prima eretta dai senesi nel fondovalle, la seconda dai perugini di fronte e in posizione dominante, con la funzione di dogana e controllo delle merci di passaggio.

Il percorso si accinge alla fine raggiungendo la Cantina di Colle Santa Mustiola che ci delizierà con le degustazioni dei suoi vini definiti “buoni e belli” e del suo fiore all’occhiello il Cabernet.

E come recita un detto popolare “non metterti in cammino se la bocca un sa di vino”, un salto e in sella e ci si incammina verso il rientro al centro Equestre Tre laghi, che ci accoglierà nel tardo pomeriggio. Il percorso è studiato per toccare i maggiori siti di interesse storico presenti nel nostro territorio da una prospettiva diversa dal solito e con tempi non più frenetici dei viaggi moderni, ma che ci avvicinano alle nostre origini delle distanze coperte in sella a un cavallo.

Mario e Stefano due cavalieri di Firenze, appassionati di equitazione di campagna, accompagnati dai propri cavalli, hanno scelto il nostro centro equestre Tre laghi per provare questa esperienza. Al loro rientro stanchi ma con gli occhi pieni di entusiasmo ci hanno raccontato le loro impressioni, suggerendoci di studiare un percorso alternativo oltre che al sentiero della Bonifica che risulta troppo omogeneo per due esperti cavalieri e con la voglia di ripercorrere questi sentieri anche in altre stagioni dell’anno per ammirare la natura rigogliosa, ma una volta raggiunti gli apici del viaggio, con la vista mozzafiato sul lago al tramonto Mario ci ha detto: “stanco della giornata, ma quando vedi il sole sparire sull’acqua, ti si aprono mille cuori”.