Il Volteggio

« I cavalli ci prestano le ali che non abbiamo »


Il Volteggio è una disciplina equestre particolare, perché si basa sull’applicare la ginnastica artistica al cavallo.

Il cavallo è costantemente guidato dal longeur, in modo tale che gli allievi siano completamente concentrati sull’esecuzione degli esercizi, anziché sul controllo del cavallo.

La lezione di volteggio è articolata in tre fasi: attività di ginnastica, preparazione degli esercizi in palestra, ed esecuzione di questi sul cavallo. A tutto ciò si aggiungono la preparazione e l’accudimento del cavallo, che aiutano l’instaurarsi di un rapporto di amicizia e conoscenza dell’animale. Il volteggio può essere praticato dall’età di cinque anni, risulta eccezionale, nella età evolutiva, per la formazione delle qualità psicomotorie come il coordinamento, la destrezza, l’equilibrio, e di altre come il coraggio, la volontà, lo spirito di squadra.

I movimenti dolci e aerobici sono perfetti per un corretto sviluppo della schiena e un migliore sviluppo motorio. La parte acrobatica sviluppa la muscolatura e rende il corpo attivo e tonico.

Il cavallo è un vero protagonista, essere vivente dotato di sensibilità e non attrezzo, questa considerazione ci induce a considerare l’esigenza di eseguire gli esercizi con la massima leggerezza. Esso diventa l’origine del movimento, ed il volteggio é proprio l’arte del movimento nel movimento.

Il cavallo da volteggio deve avere un buon carattere ed essere ben addestrato, lavora sempre sotto la guida del “longeur- istruttore” e i volteggiatori , che non devono preoccuparsi della sua conduzione, dedicano tutta l’attenzione a seguire il ritmo ed il movimento delle andature. A differenza degli altri sport equestri il cavallo non appartiene a nessun allievo, è di tutti ed è un fondamentale componente della squadra. I ragazzi imparano ad amarlo in modo naturale come compagno di squadra e di gioco, insieme lo preparano, lo puliscono, lo passeggiano e lo massaggiano dopo il lavoro.

Perché il Volteggio?


  • Sicurezza
    Il cavallo è sempre guidato e gestito dal longeur tramite una “longia” (corda, lunghina) ; i maniglioni del fascione (tipica bardatura) garantiscono una presa salda e sicura.
  • Divertimento
    Gli esercizi sono basati sul gioco, non sono competitivi ma collaborativi.
  • Gruppo
    L’attività di gruppo permette di fare nuove amicizie condividendo grandi emozioni e scoprendo il significato dello “spirito di squadra”.
  • Sport
    Da un punto di vista fisico è un’attività completa che sviluppa la muscolatura, l’equilibrio, la destrezza e la coordinazione.
  • Amore per la natura
    I ragazzi imparano a prendersi cura del cavallo rispettandolo e accudendolo, stando all’aria aperta in contatto con la natura.

Lezioni


Lezioni - ogni mercoledì alle 17:00 presso Manneggio Tre Laghi